LFI Logo Home

 

waldspaziergang

Stato e cura del bosco

<<

Ecco un forestale che cura la rinnovazione. Taglia i rovi con il suo falcetto. E, dove le piantine son troppo fitte, le sfoltisce. Più tardi, con il diradamento gli alberi di maggior valore vengono favoriti, tagliando i loro concorrenti.

Rende ancora la cura del bosco con i prezzi del legno di oggi? >>

Passeggiata nel bosco
up

Un tempo molta, oggi poca cura del bosco

Per molto tempo i nostri boschi vennero intensamente sfruttati. La legna era la materia prima più importante. Solo con l'utilizzo di nuove fonti di energia è andata scemando la pressione sul bosco. Ne seguì una fase di ricostituzione, collegata ad un'ottimale cura del bosco.

Oggi, costi del lavoro crescenti e prezzi bassi del legname fanno sentire il loro effetto. Un quarto della superficie forestale non è più utilizzato né curato da oltre 30 anni. Nello spazio di 10 anni la proporzione della superficie boschiva nella quale sono stati effettuati interventi è diminuita dall'85% all'82%.

Pressoché invariato è invece un altro uso del bosco, il pascolo. Attualmente viene ancora pascolato il 13% di tutti i boschi, benché spesso soltanto nell'intorno dei margini boschivi. Il pascolo in bosco causa pochi problemi, se confrontato con la brucatura della selvaggina.

Altre informazioni sul tema:

© WSL - Autori

Passeggiata nel bosco
Passeggiata nel bosco

In bosco, di regola, pascolano bovini (78%); sono più rari ovini (6%) e caprini (6%).

zurück