In questo modo vengono rilevati i dati

Probeflächengrafik
1 Superficie d'interpretazione per gli attributi del popolamento e della stazione (50 x 50 m)
2 Cerchio per gli alberi con DPU ≥ 36 cm (500 m²)
3 Cerchio per gli alberi con DPU ≥ 12 cm (200 m²)
4 Cerchio per il rilevamento del bosco giovane
Classe di altezza 10–39 cm: 2,5 m²
Classe di altezza 40–129 cm: 7,1 m²
Classe di DPU 0,1–3,9 cm: 19,6 m²
Classe di DPU 4,0–11,9 cm: 50,3 m²
5, 6, 7 Transetti per il rilevamento del legno morto a terra
8 Limite della foresta (LIFOR)
X Centro dell'area di saggio
Punti del reticolo sulla foto aerea
Punti del reticolo Punti del reticolo fuori dal limite della foresta (LIFOR)
Punti del reticolo Punti del reticolo sulla chioma di un elemento del bosco
Punti del reticolo Punti del reticolo sul suolo boschivo

Nei boschi della Svizzera sono presenti più di 500 milioni di alberi - troppi per essere studiati tutti. Con un campione si ottengono informazioni sufficientemente attendibili. A tale scopo durante il primo IFN (IFN1) venne predisposto un reticolo chilometrico che copre l’intera Svizzera. I nodi di questo reticolo indicano la posizione in bosco delle circa 12’000 aree di saggio dell'IFN1.

A partire dal secondo IFN (IFN2), soltanto la metà di queste aree di saggio (all’incirca 6'500) viene esaminata in campo. In tal modo il reticolo originario a maglia quadrata di 1 km è stato ampliato a 1,4 km. Per compensare questa riduzione, le foto aeree vengono ora interpretate su aree disposte su di un reticolo con maglie di 500 metri.

A seguito del passaggio ad un rilevamento di tipo continuo, a partire dal quarto IFN viene adottato il medesimo procedimento, ma con una suddivisione delle aree di saggio su un arco temporale di nove anni. In tal modo ogni anno viene rilevato un nono delle aree di saggio, distribuite in modo uniforme in tutta la Svizzera. Questo approccio rende possibile una attualizzazione di alcune indicazioni importanti a scadenze minori, di circa due anni. Inoltre l'entità di eventi estremi (danni da tempesta) potrà essere quantificata, perlomeno in maniera generale, a scedenza annuale.

Aree di saggio

Un tubetto di metallo infisso nel suolo individua il centro dell'area di saggio. Durante il primo IFN, circa 130’000 alberi campione vennero misurati e marcati in modo tale da poter essere ritrovati negli inventari successivi. Grazie a schizzi precisi del luogo, durante il secondo IFN è stato possibile ritrovare circa il 98% delle aree di saggio senza ricorrere a una ri-misurazione.

All’interno di un'area circolare di 200 m² vengono rilevati tutti gli alberi presenti a partire da 12 cm di diametro e tutti gli alberi a partire da 36 cm di diametro situati all’interno di un'area circolare di 500 m². Questi diametri vengono misurati ad un'altezza di 1,3 metri (diametro a petto d'uomo). I raggi dei cerchi misurano, su terreno pianeggiante, 7,98 (r₁) e 12,62 (r₂) m.

Alberi e arbusti con meno di 12 cm di diametro e alti almeno 10 cm vengono rilevati all’interno di una superficie satellite per la rinnovazione situata a 10 metri dal centro in direzione Ovest. Inoltre lungo tre linee di tassazione rettilinee di 10 m di lunghezza viene rilevata la legna morta che si trova al suolo avente più di 7 cm di diametro.

Ricerca

Le metodologie dell'IFN vengono continuamente sviluppate ulteriormente e pubblicate. A questo proposito si vedano le nostre pubblicazioni, in particolare quelle riguardanti i metodi ed i modelli del secondo IFN.

Impressum | Aspetti legali
ultima modifica: 26.10.2020